Close

Restauro F-14A 1/32 Revell

Stavolta mi cimento in un totale cambio di livrea di un modello finito e realizzato da un altro modellista circa 25 anni fa, che presenta segni di usura sulla verniciatura, ma sopratutto, evidenti difetti dovuti ad un assemblaggio davvero poco curato:
tracce di colla ovunque, nessuna stuccatura, parti danneggiate, canopy sbeccato poichè strappato dalla sprue…

La richiesta

Il committente – che ringrazio per l’infinita pazienza che ha dimostrato – vuole uno specifico modello dei Sundowners, il famoso Miss Molly.

 

 

Lo stato iniziale

Anzitutto ho smontato e sverniciato il modello; un bel bagno nello Chante Claire e successivamente acqua e sapone ha riportato a nudo la plastica. Ho lasciato solo la cabina di pilotaggio intatta. Evidenti i problemi da risolvere..

 

ecco alcuni difetti visibili..

Stuccature e correzione degli incastri

L’errore maggiore da risolvere era uno scalino evidente tra fusoliera e corpo, irrisolvibile con una semplice stuccatura . Ho corretto la sezione de corpo, rialzando e allontanando le due semivalve, inserendo all’interno un perno in plastica di grosso spessore, fissato con abbondante colla epossidica.

Vistose sono le stuccature anche nella parte bassa della fusoliera;

Ho creato inoltre vari punti di incastro per maggior solidità del modello.

 

Il canopy

Il canopy era sbeccato, ho ricostruito la parte mancante. Fortunatamente il danno interessa solo il telaio del canopy.
La parte anteriore del paraprezza è “mangiato”, è stato sicuramente strappato dalla sprue.

Primer

finalmente il lungo processo di stuccatura e levigatura ha avuto fine, con la stesura di uno strato di primer

Pre shading

per dare profondità al modello, anzichè stendere uniformemente il grigio H314 Gunze, farò un preombreggiamento e poi , pannello per pannello, andrò a colorare il modello ad aerografo.

Post shading

Passaggio dopo passaggio, posso controllare la saturazione della colorazione, per evitare di avere un effetto “piatto”.

Con del lattice maschero localmente le linee dei pannelli e ad aerografo accentuo l’effetto scolorito al centro di ognuno di essi.

 

Lavaggi con colori ad olio

Si sigilla col trasparente lucido e si passa ai lavaggio ad olio per far risaltare la pannellatura e dare una patina di usura al modello.

Decal

Ottenuto l’effetto desiderato, si passa nuovamente uno strato di trasparente lucido e si posizionano le decal.

Purtroppo le decal di coda non sono precise, è stato necessario adattarle e correggerle ad aerografo.
Inoltre, non hanno il bianco di fondo, quindi è stato necessario mascherare le code e dare due mani di bianco opaco.

La diagonale delle decal va oltre la linea del pannello, con un bisturi e mano ferma, si incide e si rimuove l’eccesso.

 

La base non combacia con la forma dell’aereo

ho quindi dovuto eseguire una correzione ad aerografo, con mascherine volanti, per non rischiare di portarmi via le decal appena applicate.

Luci di posizione

Le decal che simulano le luci di posizione hanno un giallo sbiadito per nulla realistico; ho deciso quindi, (con decal già posizionate!!) di realizzarle mascherando e stendendo del giallo fluo.

I piloti

I figurini provengono da un kit aftermarket, sono in resina con la testa e il casco realizzati in metallo bianco.
Ovviamente i piloti hanno il casco dei Sundowners..

Ultimi dettagli

Il gancio di arresto

Ricostruzione dei pitot

le ali pronte per l’assemblaggio

 

Finalmente il modelloNE finito!

 

Fotogallery

 

One Comment on “Restauro F-14A 1/32 Revell

Emanuele
25 Aprile 2020 a 23:31

Veramente un bellissimo lavoro grande Lorenzo

Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.