Close

Compressore silenzioso con serbatoio

ATTENZIONE NON VENDO COMPRESSORI, FORNISCO SOLO QUESTA GUIDA PER REALIZZARLO

Questo progetto è l’evoluzione naturale del piccolo compressore senza serbatoio, vi invito quindi a leggere prima la guida su come realizzarlo e poi proseguire questa lettura.

La prima versione del compressore automatico è questa in foto

web_compressore_serbatoio_www.lorenzoimbimbo.com_065

Oltre all’occorrente necessario al precedente progetto avremo bisogno di :

Serbatoio: estintore usato pulito e trattato internamente con dell’antiruggine liquido. (se ne inserisce dentro un pò e si shakera).
Qui riporto un’utile tabella, andrà benissimo un estintore da 6 Kg circa, di quelli che si vedono comunemente nei garage e nelle autorimesse.

tabella estintori
Il Pressostato

Il modello da hobbistica  non va bene poichè non capta il flusso limitato dei compressori da frigo, subito sostituito con pressostato dedicato MDR2 Condor, tarato tra 5 ed 8 Bar, cioè quando il serbatoio scende sotto i 5 bar, il pressostato comanda l’accensione del motore che rimane attivo fino a che il serbatoio non arriva ad 8 bar.
La regolazione si esegue tramite una vite interne al pressostato, il range è fisso a 3 Bar.

mdr2 condor


FONDAMENTALE : uso di una valvola di sicurezza tarata a 9-bar circa. (se dovesse funzionare male il pressostato, se la pressione sale oltre 9 bar, la valvola di sicurezza sfiata, evitando il raggiungimento di pericolosi livelli di pressione nel serbatoio e sarà nostra premura spegnere in sicurezza il pressostato.

Esistono valvole pretarate, come questa


Esistono valvole di sicurezza regolabile tramite una vite, con range da 7 a 12 bar, come questa.

 

Come eseguire la taratura di una valvola di sicurezza regolabile? Vi rimando alla guida realizzativa del modello di compressore più semplice.

 

Avremo bisogno poi di uno spezzone di tubo Rilsan 6×4 e di un tubo 4×2 ( i valori numerici indicano diametro esterno x diametro interno in mm)

Occorre poi una valvola di non ritorno a tre vie

VALVOLA-RITEGNO compressore Lorenzo Imbimbo

La valvola ha la filettatura da 1/2 pollice e dovremo quindi creare dei fori nel serbatoio e saldarvi dei manicotti per idraulica da 1/2 “;

Io per motivi estetici ho fatto tagliare a metà il manicotto e usato una parte per il foro superiore del serbatoio e l’altra parte per il foro dello spurgo.

manicotto inox-500x500

Abbiamo inolte bisogno di un rubinettino per lo spurgo da 1/4 di pollice e relativo adattore da 1/4 a 1/2

rubinetto spurgo

adattatori-filettati-maschio

Il primo progetto prevedeva, come detto in precedenza, l’uso dell’antiruggine all’interno del serbatoio. Questa soluzione è durata 6 anni, la corrosione interna che ha causato la fessurazione del serbatoio mi ha indotto a cercare soluzioni più pefermormanti, sebbene più costose.

La scelta è ricaduta sul proteggere internamente il serbatoio con resina bicomponente resistente agli idrocarburi, quindi ho reperito un altro serbatoio e dopo le oppurtune modifiche fatte eseguire da un fabbro ho provveduto a stendere questo prodotto.

web_compressore_serbatoio_www.lorenzoimbimbo.com_006 web_compressore_serbatoio_www.lorenzoimbimbo.com_005 web_compressore_serbatoio_www.lorenzoimbimbo.com_064
Il serbatoio è stato forato in alto (per l’ingresso dell’aria) e in basso (per lo spurgo della condensa) ; in corrispondenza di questi due fori è stati saldato un manicotto filettato da 1/2 pollice, il manicotto deve esser ferromagnetico, cioè una calamita deve potervisi attaccare, altrimenti non sarà possibile eseguire la saldatura ad elettrodo.
Sono state aggiunte staffe per appoggiare il compressore in orizzontale, staffe superiori per alloggiare il motore, un tubo ad “L” rovesciata che servirà da manico

Riporto una foto della corrosione interna del primo serbatoio, quello trattato con solo antiruggine.

web_compressore_serbatoio_www.lorenzoimbimbo.com_002

Ho usato un prodotto della Prochima chiamato Tank Fuel repair. In questo modo isoliamo completamente il serbatoio dai residui di olio che potrebbero corrodere il metallo. Per le modalitá di applicazione, seguite la scheda tecnica del prodotto.

web_compressore_serbatoio_www.lorenzoimbimbo.com_015 web_compressore_serbatoio_www.lorenzoimbimbo.com_016 web_compressore_serbatoio_www.lorenzoimbimbo.com_012

Una volta catalizzato il tutto, ho provveduto a riverniciare la superficie esterna del serbatoio, eliminando i residui di saldatura, sverniciando al meglio e poi ciclo di fondo 1k seguito da nero opaco (entrambi i prodotti a bomboletta)

web_compressore_serbatoio_www.lorenzoimbimbo.com_019web_compressore_serbatoio_www.lorenzoimbimbo.com_059

Assemblaggio.

Dopo aver preparato e revisionato il motore come nel progetto più sempice – cioè cambio olio, installazione del filtro aria, riduzione del diametro del tubo di uscita ( nel mio caso da 7 a 6 mm) per poter connettere un connettore di misure metriche, raccordo al tubo 6 mm e filettatura da 1/4- l’ho fissato alle base superiore del serbatoio.
Le staffe di appoggio sono forate, quindi con dei bulloni ho assicurato il motore alla struttura del serbatoio.

web_compressore_serbatoio_www.lorenzoimbimbo.com_040
Siamo arrivati all’assemblaggio dei vari raccordi pneumatici.
Dal motore ho subito messo a valle un filtro antiolio, per evitare eccessivi accumuli nel serbatoio e poi un tubo con calza metallica.

web_compressore_serbatoio_www.lorenzoimbimbo.com_021
Avvito la valvola di non ritorno al serbatoio e  connetto il tubo flessibile alla stessa.

Perchè tre vie? una via è l’ingresso cui connetto il tubo; la seconda via è connessa al serbatoio (quindi è l’uscita della valvola), la terza via serve per connettere il tubo rilsan al pressostato. tramite questo tubo, allo spegnimento del motore, si eliminerà l’accumulo di aria presente nel tratto motore-ingresso serbatoio, per evitare che al successivo avvio del motore vi sia un dannoso colpo d’ariete, cioè che l’aria in compressione torni indietro nel motore.

web_compressore_serbatoio_www.lorenzoimbimbo.com_049

Il connettore di uscita del serbatoio é quello originale dell’estintore a cui però toglieremo la maniglia rossa e al foro che prima accoglieva la valvola di apertura  (foro passante liscio) dovremo creare una filettatura (da 1/8″) per potervi aggiungere un tappo.

web_compressore_serbatoio_www.lorenzoimbimbo.com_056

web_compressore_serbatoio_www.lorenzoimbimbo.com_058

di seguito i maschi usati per filettare
web_compressore_serbatoio_www.lorenzoimbimbo.com_055 web_compressore_serbatoio_www.lorenzoimbimbo.com_054

ed ecco il foro filettato.

web_compressore_serbatoio_www.lorenzoimbimbo.com_053

Di seguito una foto del raccordo montato, da notare in basso il rubinettino per lo spurgo condensa.

web_compressore_serbatoio_www.lorenzoimbimbo.com_052

poi con un raccordo a 90° e un manicotto arrivo in posizione più sollevata. Potremmo anche usare due manicotti.

web_compressore_serbatoio_www.lorenzoimbimbo.com_048

Qui connetto il pressostato, il vero cuore elettropneumatico del sistema, per averlo in posizione più comoda.

sul pressostato è evidente:
– valvola di sicurezza tarata a 9-10 bar;
– tubo Rilsan (quello trasparente) connesso alla valvola di non ritorno a tre vie al serbatoio.
– e poi una chicca, il tubicino nero è un 2-4 (2mm diametro interno, 4 mm diametro esterno) si connette al secondo tubo di ingresso del motore frigorifero  (ad uno dei due è già connesso il fitro aria): quando il compressore è in funzione, nel momento stesso in cui il pressostato comanda lo spegnimento del motore (serbatoio ormai carico), l’aria che è rimasta nei tubi tra motore e serbatoio deve esser eliminata, passando attraverso il rilsan, viene sfiatata fuori con un getto che produce un sibilo abbastanza rumoroso. Con il tubicino nero connesso all’ingresso del motore, praticamente lo sfiato viene convogliato all’interno dell’involucro motore, evitando anche questo fastidio!! La differenza è notevole, anche di notte questo compressore è silenzioso come un frigorifero.. e i vicini ringraziano!

Per fare questa modifica ho filettato il foro di sfiato e connesso un piccolo raccordo portagomma ( diametro 3mm )

web_compressore_serbatoio_www.lorenzoimbimbo.com_047
qui è più facile veder come si presenta il foro in origine, poi filettato e a cui ho connesso il tubicino nero

e questo  è il mini portagomma con filetto M3

web_compressore_serbatoio_www.lorenzoimbimbo.com_043

Al pressostato connetto il filtro-regolatore, un manometro e due uscite ad attacco rapido.

Questo compressore è abbastanza potente da permettere l’uso contemporaneo di due aerografi.

Io personalmente ad un’uscita  ho una pistola per aria, che uso per soffiare, pulire..
Ad un’altra uscita ho connesso un tubo flessibile da 6×4 (6mm diametro esterno, 4 mm interno) cui ho fissato un quick joint per cambi rapidi tra i vari aerografi.

quick coupler set detail quick

Questa è la foto d’insieme del compressore. Notate come i due ingressi del motore siano impegnati, uno dal fitro aria e l’altro dal raccordo al tubicino nero anti sfiato rumoroso.

Grazie alla manopola è possibile trasportare il compressore con una sola mano.

web_compressore_serbatoio_www.lorenzoimbimbo.com_046

 

 

Disclaimer:

Realizzi questo progetto a tuo rischio e pericolo, io fornisco una guida  per condividera la mia esperienza costruttiva.

Fornisco supporto e assistenza a pagamento.

6 Comments on “Compressore silenzioso con serbatoio

antonio
21 Aprile 2020 a 8:18

ciao Lorenzo Inbimbo, volevo chiederti quanto è spessa la lamiera della bombola estintore, insomma per capire se tiene tranquillamente 8/10 bar e inoltre vorrei sapere come hai fatto a caricare l’olio nel motore del frigorifero ….grazie

Rispondi
Lorenzo Imbimbo
21 Aprile 2020 a 13:07

Ciao Antonio, non so dirti con esattezza lo spessore delle pareti del serbatoio, ma non si tratta certo di lamiera!
Dai uno sgardo alla seconda immagine della guida, è una scheda tecnica in cui sono riportate le pressioni massime e di esercizio degli estintori. Le pressioni che andremo ad utilizzare (8-10 bar) son ben al di sotto di quanto può sostenere il serbatoio. Attieniti sempre ad eventuali etichette o dati di targa del serbatoio che intendi utilizzare e non dimenticare di usare una valvola di sicurezza per evitare sovrapressioni pericolose.
Riguardo l’olio, puoi introdurlo nel corpo motore usando uno dei due tubi di ingresso.
Buon divertimento!

Rispondi
Marco
20 Febbraio 2020 a 21:09

Ottimo progetto, complimenti! Una domanda: quale olio hai usato? Se fosse necessario rabboccare non sarebbe più necessario quello, difficile da reperire, appositamente studiato per i compressori frigoriferi, visto che in seguito alla modifica adesso pompa aria normale e non più una gas specifico. Allora quale olio, facilmente reperibile?

Rispondi
Lorenzo Imbimbo
28 Febbraio 2020 a 10:01

Caro Marco, grazie per i complimenti. L’olio per questo tipo di motori (sia che il compressori pompi aria, sia che pompi gas refrigerante) è quello di tipo dielettrico. L’olio dielettrico è un olio isolante specifico per motori elettrici ed è reperibile anche in confezione da 1 litro.

Rispondi
Emiliano
20 Dicembre 2019 a 22:49

Tutto OK ma come torna l’olio nel motore del frigorifero, che non può rimanere senza??
Quei motori sono a bagno d’olio e più sono vecchi e più fanno circolare appunto l’olio.
Tutto quel lavoro per una macchina che potrebbe funzionare solo per poche ore?

Rispondi
Lorenzo Imbimbo
6 Gennaio 2020 a 11:30

Ciao Elio,
grazie per l’interessamento,

l’olio non deve circolare nel circuito pneumatico, dovrebbe rimanere all’interno del motore stesso. Quello che circola di solito nei frigoriferi è il gas refrigerante..
Se il tuo motore “sputa” tanto olio, vuol dire che è talmente vecchio che la tenuta tra pistone e cilindro è fortemente compromessa; ti consiglio di cercare un altro motore che sia meno usurato.

Io ho dovuto eseguire un rabbocco da 100 cc dopo quasi 3 anni.. altro che poche ore!

Saluti e buon divertimento!

Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.