La racchetta in origine si presenta così

head graphene 2_ridimensionare

Il committente ha richiesto una personalizzazione solo del settore in rosso. Si vuole ottenere una copertura nera con alcune fasce bianche e due scritte interne, il cognome del proprietario e la scritta “Limited Edition”, di dimensioni minori rispetto al cognome. La scelta è caduta sul font “Broadway”.
Si procede quindi con la copertura della zona non interessata alla personalizzazione

Head_graphene_prestige_www.lorenzoimbimbo.com_001_ridimensionare

si carteggia ad umido tutta la zona rossa fino a far affiorare il primer sottostante dapprima con la 400 e poi con la 600-800, senza arrivare al metallo. Questo eviterà di appesantire la racchetta con eccessivi strati di vernice. Per la grande quantità di residui, ho dovuto procedere ad un lavaggio completo della racchetta, ad una successiva asciugatura ad aria, ho quindi ricoperto nuovamente la zona non interessata al lavoro e ho pulito con antisiliconico la zona da verniciare.
Ho passato dapprima una mano leggera di bianco e poi una seconda mano solo dove andrò a posizionare fasce e scritte.

Head_graphene_prestige_www.lorenzoimbimbo.com_002_ridimensionare

Ho creato con il plotter le scritte su frisket che ho quindi posizionato  sull’interno dell’ovale

Head_graphene_prestige_www.lorenzoimbimbo.com_004_ridimensionare

Ho poi creato con dei nastrini le varie fasce di diversa larghezza. Ho quindi steso una mano di nero opaco PPG.
Lascio asciugare e correggo eventuali imperfezioni, rimuovo nastrini e frisket e verifico il risultato..

Head_graphene_prestige_www.lorenzoimbimbo.com_008_ridimensionare

Poi tolgo la mascheratura della restante parte della racchetta e per evitare gradini, passo il trasparente alto solido su tutto il settore interessato al lavoro e sfumo verso la parte rimasta originale (in tal caso occorre usare un diluente specifico per sfumature e procedere alla seconda mano molto diulita).
Si può anche optare per una mascheratura sollevata dalla superficie di qualche mm (basta mettere uno spessore sotto al nastro di maschatura e lasciarlo sporgente di qualche mm, così mentre si passa l’aerografo – sempre perpendicolare rispetto al nastro-  la vernice potrà andare sotto al nastro e sfumare senza creare il fastidioso gradino).
Lascio asciugare, correggo eventuali imperfezioni e rilucido ove necessario con pasta lucidante e tampone di lana.

La racchetta è pronta per la consegna e questo è il risultato finale

1 Comment

  1. Federico Setti
    15 settembre 2015

    Leave a Reply

    Lorenzo……..Nr 1 !!!!!!!!!!!

Rispondi